Valutazione infestanti volatili: il nuovo protocollo per il settore alimentare

valutazione infestanti volatili

La valutazione infestanti volatili fa la sua comparsa a gamba tesa nel settore alimentare attraverso la BRC. Giunta alla sua ottava versione, il piano di sicurezza alimentare incontra alcune novità importanti.

La valutazione infestanti volatili è una delle novità più forti della versione 8 del BRC. Se diverse cose rimangono invariate, altre conoscono una maggiore definizione. E, a volte, una rivisitazione di alcuni protocolli. Le novità per il settore alimentare sono tante e interessanti. Un esperto della disinfestazione può dare la giusta consulenza e aiuto.

Valutazione infestanti volatili: cos’è cambiato?

La valutazione infestanti volatili è senz’altro una novità importante, ma non è l’unica. I requisiti per i sistemi di sicurezza e protezione alimentare negli stabilimenti sono stati rafforzati e ampliati sotto diversi aspetti. Un esempio lampante è il nuovo requisito riguardante il sabotaggio di specifiche materie prime: il piano di sicurezza alimentare deve contenere specifiche valutazioni e azioni per ridurne il rischio e monitorarlo.

Compaiono invece due nuovi requisiti per il controllo di altri contaminanti fisici. Il primo agisce direttamente su una problematica spesso discussa in articoli precedenti: la contaminazione da imballaggi di materie prime. Il secondo definisce invece la gestione delle penne nelle zone con prodotti aperti.

Valutazione infestanti volatili: il programma di monitoraggio ambientale

La valutazione infestanti volatili rientra infatti all’interno dei programmi di monitoraggio ambientale. I nuovi requisiti richiedono in modo dettagliato l’integrazione di un programma di monitoraggio basato sul’analisi del rischio. I protocolli sono basati sulla valutazione dei rischi per la ricerca di eventuali agenti patogeni e organismi di deterioramento. Per questa ragione, il nuovo BRC impone una definizione di limiti e relative azioni correttive da applicare quando necessario. Le operazioni di monitoraggio dovranno essere effettuate nelle aree di produzione in cui si lavorano prodotti aperti e cibi pronti per il consumo. Nello specifico, i protocolli prevedono la predisposizione di misure adeguate per prevenire l’ingresso di volatili o la loro nidificazione nelle aree di carico e scarico. Ogni programma così delineato dovrà poi comprendere una valutazione dell’efficacia del programma.

Vieni  a scoprire il nuovo passo nella disinfestazione: se nella versione precedente del BRC si parlava di Controllo degli infestanti (Pest Control) la versione 8 del BRC rimpiazza il termine   con Gestione (Pest Management).

Ecco un approccio realistico sul tema. L’approccio di Bioecology. Chiedi subito una consulenza: https://www.bioecologysrl.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *