Insetti della pasta, nella pasta: da dove deriva il problema?

insetti della pasta

Gli insetti della pasta e gli infestanti sono stati il triste protagonista di alcune segnalazioni dei clienti. Ma come prevenire il problema? La disinfestazione più all’avanguardia potrebbe fare al caso tuo

Gli insetti della pasta sono nemici di qualcosa di più di un semplice prodotto alimentare. La pasta è base costitutiva della dieta italiana, ma anche un simbolo del nostro Paese e del Made in Italy. Per non parlare della produzione – 3,300.000 tonnellate di prodotto all’anno solo in Italia. Ma come fare allora a preservare questo gioiello della nostra cultura? E come proteggere le nostre tavole degli insetti della pasta?  L’Informazione e il giusto esperto sono tutto ciò che serve.

Insetti della pasta: problema di ieri e di oggi

Gli insetti della pasta si presentano in forme, dimensioni, abitudini molto diverse tra loro. Comprendere questi dettagli a fondo non solo permette ai professionisti di identificare la minaccia. Ma anche di valutare l’approccio più giusto per arginare il problema. E sconfiggere i più temuti nemici dei cereali. Ma da dove sorge la preoccupazione per gli insetti della pasta nello stoccaggio alimentare? Purtroppo diverse prove esistono della pericolosità – e del danno possibile – che questi insetti provocano.

Anche quest’anno non si sfugge ai ciclici richiami di lotti di pasta a causa della presenza di parassiti. Il fatto ha interessato la Lombardia e una partita esigua di pipe rigate di pasta di semola biologica. Naturalmente, la presenza di insetti della pasta fa scattare una serie di controlli, oltre al ritiro, che mettono a disagio il produttore e causano danno economico agli intermediari.

Queste situazioni, poi, attivano nella mente del consumatore – e del controllore – il solito grattacapo: di chi è la colpa?

L’azienda in questione si è dichiarata, dopo i controlli, estranea ai fatti. Il lotto ha infatti lasciato l’azienda 10 mesi prima dei fatti. Il tempo trascorso e i controlli fatti hanno confermato la dichiarazione. La presenza di insetti della pasta nei lotti contaminati è avvenuta dopo l’abbandono dello stabilimento.

Ma a che livello della catena, allora, gli insetti della pasta si sono insediati nel lotto tramite uova o esemplari vivi?

Insetti della pasta: stabilimento, magazzini o scaffali?

Il problema di insetti della pasta o infestanti nel cibo confezionato è ben conosciuto da aziende e distributori. Per prevenire gli incidenti con efficacia, vari modi vengono da diverso tempo studiati e testati.

È ormai prassi corrente, ad esempio, disporre lungo la linea di confezionamento sensori che permettono di rilevare la presenza di corpi estranei. Ma un sistema come questo non è ancora perfetto e rischia di rendere quasi invisibile un problema che si presenterà poi con allarmante evidenza in magazzini e scaffali. A volte anche a causa di un attacco successivo al confezionamento come nel caso dei ratti.  Se da una parte è impossibile ridurre questo tipo di rischio a zero, dall’altra la questione dei corpi estranei nel cibo rappresenta un problema importante per le aziende, i magazzini, i fornitori alimentari.

Sicuramente quando il consumatore trova  nel piatto o nel prodotto degli insetti della pasta o altri infestanti non ne è affatto felice. A volte sta anche male e il suo disagio diventa cosa molto manifesta. In genere un cliente può rivolgersi a questo punto al produttore, al magazzino o al fornitore per avere chiarimenti. E quando il cliente invia il prodotto in questione alle autorità competenti,  l’origine diviene dolorosamente rintracciabile per chi dovrà poi ammetterne la proprietà commerciale.

E allora cosa aspetti? Contattaci subito e dai il via a una strategia di prevenzione e sicurezza alimentare efficace! https://www.bioecologysrl.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *