Derattizzazione: la scienza propone rodenticidi naturali. E insoliti.

derattizzazione yunu-dinata

La derattizzazione è una necessità molto sentita in diverse parti del nostro Paese. In alcune il problema suona come un’emergenza. La scienza è pronta a proporre una soluzione tutta naturale!

La derattizzazione è un processo obbligato per buona parte dell’Occidente. La trappola per topi è forse uno dei meccanismi più antichi della storia della disinfestazione. L’ecosistema ha subito grosse variazioni per la presenza del topo. Persino il gatto è stato introdotto come rodenticida. Nuove ricerche, tuttavia, evidenziano come la lotta biologica potrebbe conoscere nuove frontiere. Così come i rodenticidi chimici. La derattizzazione è una scienza precisa e delicata. Nella nostra esperienza di derattizzazione a Reggio Emilia, Modena, Parma, Mantova, Cremona, la lotta biologica ai topi è indispensabile. Sia per la sicurezza alimentare che per quella delle abitazioni. Nuove ricerche conducono a una nuova frontiera della lotta biologica ai topi.

Derattizzazione e lotta biologica

Uno studio giapponese rivela che le lacrime dei cuccioli di topo rendono le femmine meno interessate al sesso. Per quanto inusuale, questa potrebbe rivelarsi una forma molto efficace di derattizzazione.

Allo stesso tempo, i feromoni prodotti dai cuccioli di topo annullano la carica sessuale dei maschi percepita dalle femmine.

Una lotta biologica di questo tipo porterebbe a una riduzione di rodenticidi chimici in favore della lotta demografica. Il tasso di natalità più basso prodotto dai cuccioli fino a tre mesi – la sostanza chiamata ESP22 – si diffonde su un’area molto ampia di territorio, permettendo una lotta biologica molto efficace.

La derattizzazione come lotta biologica demografica

Secondo il professor Kazushige Touhara dell’Università di Tokyo, “è improbabile che altri animali siano affetti, dato che questo feromone è estremamente specie specifico”. Questo renderebbe la derattizzazione non solo efficace, ma anche rispettosa dell’ambiente circostante e delle altre specie che lo abitano.  “L’attitudine al rigetto del sesso è un istinto naturale nell’animale. Quindi è improbabile che i topi imparino a cambiare questo istinto”. Il che rende ancora più promettenti i risultati di questa derattizzazione sul lungo termine.

Un feromone simile chiamato ESP1 è prodotto dai topi maschi per incoraggiare il sesso. Gli scienziati hanno scoperto che il feromone ESP22 rimpiazza sostanzialmente l’ESP1 nel cervello delle femmine. In men che non si dica, la trappola per topi più efficace diviene l’impossibilità per i topi di proliferare.

“L’ESP22 è difficile da sintetizzare chimicamente. Vogliamo quindi trovare una porzione più piccola della molecola e aggiungerla all’acqua che i topi bevono”.

Un’opera di disinfestazione di questo tipo sarebbe incredibilmente sicura per tutti gli altri mammiferi esposti, risultando ecologica ed efficace. Per questa ragione, ricerche di questo tipo sono particolarmente interessanti per la nostra ditta di disinfestazione.

Bioecologysrl lavora seguendo un’idea: l’amore per la terra in cui viviamo e per le persone che con il loro duro lavoro la hanno resa uno dei più grandi centri produttivi ed economici del Paese. Fai un favore a te stesso, fai un favore alla terra e all’ecosistema: prima di affidarti a una disinfestazione chimica, a basso costo o fai da te, richiedi un sopralluogo gratuito. Non ti costa nulla.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *