BRC e IFS: il controllo infestanti nell’industria alimentare

BRC IFS controllo infestanti industria alimentare

BRC e IFS: i nuovi standard di controllo infestanti segnano un nuovo passo nella sicurezza alimentare.  Ecco perché ogni azienda che si occupi di uno o più processi legati all’industria alimentare non può più fare a meno del giusto esperto.

BRC e IFS. Queste sigle fondamentali per il controllo infestanti sintetizzano un nuovo mondo. L’industria alimentare ne è attraversata interamente. La ragione principale è che la sicurezza alimentare non è cosa da prendere alla leggera. Salvaguardare la salute e il benessere di tutti è possibile rispettando rigidi controlli e standard. Parole come monitoraggio infestanti HACCP sono già parte del comune sentire. Possiamo dire altrettanti di BRC e IFS?

BRC e IFS: nuovi standard per un’industria alimentare sicura

Con BRC si intende un piano di sicurezza alimentare giunto alla sua ottava edizione, che nasce per garantire che i prodotti a marchio siano ottenuti secondo standard qualitativi ben definiti. In questo modo, fornitori e azienda di distribuzione sono legati da un patto di qualità fondante la loro collaborazione. Attraverso la nuova edizione del BRC i requisiti per i sistemi di sicurezza e protezione alimentare negli stabilimenti sono stati rafforzati e ampliati sotto diversi aspetti. Un esempio lampante è il nuovo requisito riguardante il sabotaggio di specifiche materie prime: il piano di sicurezza alimentare deve contenere specifiche valutazioni e azioni per ridurne il rischio e monitorarlo.

Compaiono invece due nuovi requisiti per il controllo di altri contaminanti fisici. Il primo agisce direttamente su una problematica spesso discussa in articoli precedenti: la contaminazione da imballaggi di materie prime. Il secondo definisce invece la gestione delle penne nelle zone con prodotti aperti.

La valutazione infestanti volatili rientra infatti all’interno dei programmi di monitoraggio ambientale. I nuovi requisiti richiedono in modo dettagliato l’integrazione di un programma di monitoraggio basato sul’analisi del rischio. I protocolli sono basati sulla valutazione dei rischi per la ricerca di eventuali agenti patogeni e organismi di deterioramento. Per questa ragione, il nuovo BRC impone una definizione di limiti e relative azioni correttive da applicare quando necessario. Le operazioni di monitoraggio dovranno essere effettuate nelle aree di produzione in cui si lavorano prodotti aperti e cibi pronti per il consumo. Nello specifico, i protocolli prevedono la predisposizione di misure adeguate per prevenire l’ingresso di volatili o la loro nidificazione nelle aree di carico e scarico. Ogni programma così delineato dovrà poi comprendere una valutazione dell’efficacia del programma.

BRC e IFS: un industria alimentare sicura a livello internazionale

Parlare di IFS significa parlare di International Food Standard. In sostanza, l’IFS è un sistema di controllo unificato dei sistemi di qualità e sicurezza, applicato a tutti i livelli della produzione nei quali gli alimenti vengono lavorati in aziende alimentari o in aziende che confezionano prodotti alimentari sfusi.

L’IFS Food vale in particolare per la trasformazione e lavorazione, il trattamento di prodotti sfusi e le attività effettuate durante il primo confezionamento. IFS Food è stato il primo standard IFS (acronimo di International Featured Standards). La versione 3 dell’IFS Food è stata sviluppata da HDE (Deutscher Einzelhandelsverband)- Federazione Tedesca dei Distributori – e lanciata nel 2003. Nel 2004, è stata sviluppata una versione aggiornata e introdotta in collaborazione con FCD – Fédération des Entreprises du Commerce et de la Distribution. Negli anni successivi anche le associazioni di distributori italiani hanno mostrato un certo interesse all’IFS. L’ultima versione (versione 5), introdotta nel 1º gennaio 2008, costituisce infatti una sorta di collaborazione di tre federazioni di distributori provenienti dalla Germania, Francia e Italia.

IFS ha iniziato con la pubblicazione dell’IFS Food e poi ha sviluppato ulteriori standard, quali IFS Logistic (applicabile sia per prodotti alimentari che non alimentari), IFS HPC (prodotti per la casa e per la cura del corpo).

BRC e IFS: il futuro del controllo infestanti nell’industria alimentare

La sicurezza alimentare, oramai prassi nei sistemi di produzione e confezionamento di prodotti alimentari, ha bisogno di un alleato forte e preparato. In questo ambiente, infatti, i rischi di contaminazione alimentare o di propagazione delle attività infestanti è sempre dietro l’angolo.

E ha quindi bisogno di un audace controllore, capace di combattere le minacce rilevate e di prevenire quelle a venire. Ecco la missione di un azienda di disinfestazione. Ecco la missione di Bioecologysrl 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *