Haccp: le nuove frontiere del monitoraggio infestanti per la sicurezza alimentare

haccp

Nell’Haccp il monitoraggio infestanti è un elemento cardine del manuale comunemente definito “lo specchio di un’azienda”. Nel settore alimentare l’OSA ha bisogno del giusto supporto: Bioecologysrl.

L’HACCP è una procedura che ha permesso agli OSA di conseguire un livello più elevato di sicurezza alimentare. Nella nostra esperienza di disinfestazione a Reggio Emilia, Modena, Mantova, Parma e Cremona questo fa la differenza. Vediamo come.

HACCP: molto più che autocontrollo

Autocontrollo e sistema HACCP non sono termini sinonimi. Il concetto di autocontrollo ha una valenza molto più ampia. L’autocontrollo deriva dalla responsabilizzazione dell’Operatore del settore alimentare (OSA) in materia di igiene e sicurezza degli alimenti. Corrisponde in pratica all’obbligo di tenuta sotto controllo delle proprie produzioni.

L’autocontrollo è obbligatorio per tutti gli operatori coinvolti nella filiera della produzione alimentare.
L’HACCP (Hazard analysis and critical control points) è un sistema che consente di applicare l’autocontrollo in maniera razionale e organizzata. È obbligatorio solo per gli Operatori dei settori post-primari.
Il sistema HACCP è quindi uno strumento teso ad aiutare gli OSA a conseguire un livello più elevato di sicurezza alimentare.

I principi su cui si basa l’elaborazione di un piano HACCP sono 7:

  1. Identificare ogni pericolo da prevenire, eliminare o ridurre.
  2. Identificare i punti critici di controllo (CCP – Critical Control Points) nelle fasi in cui è possibile prevenire, eliminare o ridurre un rischio.
  3. Stabilire, per questi punti critici di controllo, i limiti critici che differenziano l’accettabilità dalla inaccettabilità.
  4. Stabilire e applicare procedure di sorveglianza efficaci nei punti critici di controllo.
  5. Stabilire azioni correttive se un punto critico non risulta sotto controllo (superamento dei limiti critici stabiliti).
  6. Stabilire le procedure da applicare regolarmente per verificare l’effettivo funzionamento delle misure adottate.
  7. Predisporre documenti e registrazioni adeguati alla natura e alle dimensioni dell’impresa alimentare.

In questo panorama, la nostra ditta di disinfestazione si fa vigilante, che può accompagnare l’industria alimentare verso un traguardo ambito e indispensabile. Bisogna ricordare che tutti consumiamo indiscriminatamente lo stesso cibo. Per questa ragione, l’impegno di Bioecologysrl è innanzitutto sviluppare procedure sicure HACCP per salvaguardare il prodotto che finisce nelle tavole di tutti. A prescindere da tutto il resto. A volte, un simile impegno non è possibile per la singola azienda, che ha bisogno di affidarsi a tecnici esterni professionisti.

HACCP: la catena responsabili-tecnici esterni

Nell’industria alimentare, la sicurezza alimentare è uno scopo continuo e imprescindibile.  Il responsabile del piano di autocontrollo deve predisporre e attuare il piano HACCP con l’attiva partecipazione di dirigenza e personale aziendale. Avvalersi di un supporto tecnico-scientifico esterno è spesse volte inevitabile.
Il piano deve essere applicabile e applicato, finalizzato a prevenire le cause di insorgenza di non conformità prima che si verifichino. E deve prevedere le opportune azioni correttive per minimizzare i rischi quando, nonostante le misure preventive, si verifichi una non-conformità.
L’obiettivo principale è istituire un sistema documentato con cui l’impresa sia in grado di dimostrare azioni verso la minimizzazione del rischio. Nelle piccole e nelle grandi imprese, l’applicazione del sistema HACCP può risultare complessa o impossibile se non seguita dai tecnici giusti.

La corretta predisposizione e applicazione di procedure deve consentire, nell’ambito del processo pre, inter e post produttivo, il controllo e la gestione dei pericoli.
L’applicazione dei principi dell’HACCP alla produzione primaria non è ancora praticabile su base generalizzata secondo gli organi competenti.
Bioecologysrl è comunque un attivo promotore di questa possibilità. La nostra ambizione più grande resta dunque quella di contribuire alla sicurezza della catena di produzione e distribuzione alimentare. In questo modo vogliamo essere promotori e portatori di sicurezza alimentare, oltre la semplice disinfestazione, nei territori di Reggio Emilia, Modena, Mantova, Parma e Cremona.

E allora cosa aspetti? Contattaci subito e dai il via a una strategia di prevenzione e sicurezza alimentare efficace! https://www.bioecologysrl.it/

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *