Disinfestazione: Europa e prodotti europei al sicuro dai pesticidi

disinfestazione

Disinfestazione: studi dimostrano che i prodotti europei sono sicuri dal rischio pesticidi. Ma cosa accade quando prodotti con pesticidi diversi mescolano i diversi principi attivi?

La disinfestazione europea avviene nel rispetto dei limiti dell’uso dei pesticidi. L‘Efsa lo ha reso noto attraverso l’annuale rapporto sui pesticidi. 

Disinfestazione: i risultati dell’Efsa

I risultati, relativi a 600 fitofarmaci, sono incoraggianti. l’analisi di oltre 88 mila campioni raccolti nei 28 stati membri oltre che in Norvegia e in Islanda indicano che poco meno del 96% ha residui al di sotto del limite di legge. Il 54% è addirittura al di sotto del limite quantificabile (LOQ) e quindi considerato privo di pesticidi.

Tra i prodotti provenienti dai paesi UE (più Norvegia e Islanda) la percentuale di sforamenti è stata in media del 2,6%, mentre tra gli alimenti provenienti da quelli extra-europei del 7,6%. I campioni che hanno sforato i limiti sono il 4,1% del totale europeo. Il dato, in leggero aumento rispetto alle rilevazioni precedenti, sarebbe dovuto all’inclusione delle analisi associate a provvedimenti giudiziari nelle ultime indagini del 2017.

Disinfestazione: un quadro europeo inequivocabile

La disinfestazione sembra dunque cosa sicura in Europa, dove i prodotti analizzati rendono un quadro chiaro e un esito rassicurante. Spazi di miglioramento potrebbero in ogni modo ribaltare un quadro così piacevole. Se si decidesse di misurare ogni sostanza come elemento singolo di un ipotetico cocktail, causato dalla presenza di altri pesticidi, il quadro potrebbe tingersi di tinte più preoccupanti. Soprattutto in caso di esposizione cronica.

Anche l’agenzia per la sicurezza alimentare tedesca, il BFR, ha reso noto un suo documento sull’argomento, nel quale propone un sistema di controlli più approfondito di quello attuale. Soprattutto rispetto ai casi definiti acuti, cioè le segnalazioni di dosaggi particolarmente alti, che secondo il BfR dovrebbero entrare a far parte dei calcoli.

Disinfestazione: rischio pesticidi dall’estero

La disinfestazione più pericolosa sembra provenire dai Paesi che non fanno parte dell’Unione Europea. Gli alimenti importati sono infatti mediamente caratterizzati da più infrazioni. Gli europei sembrano sempre più attenti a ciò che assimilano attraverso il cibo, e i risultati confermano che tanto scrupolo si traduce in alimenti sicuri e con minime quantità di pesticidi e residui nocivi. 

Gli animali e le coltivazioni sono vita. Continuiamo a proteggerli insieme. Con il programma che fa la differenza: https://www.bioecologysrl.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *