Disinfestazione: il Natale festeggiato in sicurezza con la famiglia

disinfestazione

Disinfestazione: per festeggiare il Natale in sicurezza un albero di Natale sano e sicuro è una priorità. Vediamo come, tra tradizione e disinfestazione

Disinfestazione e Natale non vanno solitamente di pari passo. Sappiamo però che l’albero di Natale è una tradizione fondamentale per il clima natalizio. Vediamo allora come coniugare disinfestazione, Natale e sicurezza per delle feste felici e sicure.

Disinfestazione: albero di Natale, tradizione sempreverde

Ogni ditta di disinfestazione ha un certo grado di “trascorsi” con elementi di ogni genere che popolano le case degli italiani. L’albero di Natale non fa eccezione. Nato più di due millenni fa, l’albero di Natale è diventato tradizione natalizia popolare nel 1800 in Inghilterra. Il principe Alberto ha appreso la tradizione in Germania e, dopo averlo portato nel palazzo reale, lo ha visto diffondersi nel Regno e negli Stati Uniti.

Anche la nostra ditta di disinfestazione è lieta di addobbare questo meraviglioso simbolo di fertilità e gioia, un abete Nordmann come vuole la tradizione.  Naturalmente non siamo tanto tradizionali da seguire le regole del primo addobbo! La storia attribuisce a Martin Lutero il primo addobbo natalizio con candele accese sui rami dell’albero. La pratica non era affatto sicura tuttavia, non in termini di disinfestazione ma di pericolo di incendio.

Gli Stati Uniti sono forse lo Stato trainate la tradizione con i loro 1500 rivenditori. Un abete impiega 7 anni a raggiungere l’altezza di 2 m, per cui i vivai mantengono una regolare produzione e crescita degli abeti. La disinfestazione fatta su questi alberi deve essere regolare e contempla non solo insetti ma anche batteri e patogeni. Un albero in casa è ragione di gioia e vita ma può anche portare rischi alla sicurezza della casa e dei suoi abitanti.

Dal 1800 la Germania ha messo in produzione gli alberi di plastica, ormai conosciuti in tutto il mondo e che riempiono molte case invece degli abeti veri. Come ditta di disinfestazione non vogliamo entrare nell’annoso dibattito: meglio un albero vero o uno finto? Quel che è certo è che entrambi hanno dei pro e dei contro.

Disinfestazione: abete vero o finto?

La disinfestazione è una priorità per noi, ma non l’unica. La protezione dell’ambiente per un mondo sano e pulito hanno la medesima priorità. Per queste ragioni sappiamo che un albero di plastica potrebbe non essere una buona soluzione. Per quanto l’idea di vedere un abete vero soffrire in casa possa suonare barbaro e dannoso per l’albero, l’albero resta riciclabile o riutilizzabile per tanti scopi in natura dopo il Natale. Purtroppo non possiamo dire lo stesso di quelli in plastica, che vanno ad accumularsi con le tonnellate di rifiuti di plastica che la nostra società produce ogni secondo.

Se l’abete vero è dunque una buona soluzione per il nostro Natale, resta che alcuni accorgimenti vanno presi. Quando si porta a casa un albero di Natale vero, bisogna essere estremamente coscienti che insieme ad esso patogeni, insetti e batteri potrebbero arrivare.

Gli alberi di Natale ospitano molti insetti e microrganismi di diversi tipi. quindi quando se ne porta uno a casa, bisogna assicurarsi di scuoterlo attentamente prima di farlo entrare in casa e di monitorare le condizioni dell’albero anche dopo l’ingresso in casa.

Anche una festa gioiosa come il Natale va passata in sicurezza. La tua e quella dei tuoi cari. A tutto il resto pensa la ditta di disinfestazione Bioecologysrl!

https://www.bioecologysrl.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *