Considerazioni normative e tecniche sui servizi di sanificazione mediante l’impiego dell’ozono durante la pandemia Sars-Cov-2 (Covid19)

L’esplosione della pandemia riconducibile al virus Sars-Cov-2 ha creato una enorme richiesta di servizi, di prodotti e di tecnologie per la sanificazione e la disinfezione degli ambienti allo scopo di contenere e contrastare la diffusione di Covid19. A fronte di questa domanda, si sono riversate sul mercato proposte e tecnologie di ogni tipo, fra le quali l’uso dell’ozono, composto noto da tempo per le proprietà ossidanti nei confronti dei microrganismi (muffe, batteri) e generato da apparecchiature mobili.

Al di là dell’interrogativo che ci possiamo porre sull’efficacia dell’ozono nei confronti del Covid-19, al quale il mondo scientifico, su spinta dei costruttori di questi dispositivi, potrà dare una risposta, con questo lavoro gli autori approfondiscono gli aspetti normativi e tecnici sull’impiego dell’ozono.

Lo scopo è quello di offrire un quadro interpretativo chiaro sia per le aziende di servizi che operano nel settore della sanificazione in virtù delle autorizzazioni di cui alla Legge 82/94 e al D.M. 274/97, ma altrettanto utile per gli adempimenti normativi ed autorizzativi che spettano ai costruttori dei generatori di ozono e, infine alle autorità sanitarie operanti nei controlli in materia di salute pubblica ed igiene veterinaria.

Leggi il testo integrale del documento cliccando qui.

Facciamo chiarezza in merito al trattamento di sanificazione

Daniele Annunziata, titolare di Bioecology S.r.l., ci tiene a fare chiarezza in merito alle procedure dell’attività di sanificazione che è diventata come mai prima d’ora di fondamentale importanza per fronteggiare la diffusione del contagio da SARS-CoV-2:

– Come da Direttive e Protocolli emanati per far fronte all’ emergenza Covid-19, che riportano frequentemente il termine sanificazione, chiariamo subito che l’attività di sanificazione è regolamentata dal D.L. del 31/01/2007 e n. 274 del 07/07/1997 ove si rende noto che tale attività può essere svolta solo da imprese autorizzate e con specifici requisiti professionali; le imprese devono altresì essere abilitate presso le CCIA.

L‘esigenza di un disciplinare in tal senso nasce sia per l’uso di agenti chimici potenzialmente dannosi per l’ambiente, ma anche e soprattutto per preservare la salute dei cittadini, e dei lavoratori.

– Entrando nello specifico del Protocollo ministeriale condiviso del 24/04/2020, al punto n. 4 dello stesso si rileva che: “l’azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni di svago”. Si sottolinea quindi che per le attività di pulizia NON è necessario rivolgersi a imprese con specifici requisiti professionali, mentre per le attività di sanificazione È NECESSARIO rivolgersi a imprese con i requisiti professionali previsti dalla legge.

–  Appurato che è assolutamente indispensabile rivolgersi ad un’impresa specializzata per l’attività di sanificazione ci preme far chiarezza sui prodotti realmente efficaci nel contrastare il SARS-CoV-2 appartenente ai coronavirus. I coronavirus sono microrganismi dotati di involucro (envelope) e, contrariamente a quanto potrebbe sembrare, i virus di questo tipo sono normalmente meno resistenti dei cosiddetti virus “nudi” cioè senza involucro. 

– Schematicamente: 

Leggi tutto “Facciamo chiarezza in merito al trattamento di sanificazione”

Lo stato degli animali allevati dall’uomo tra cura e scienza

Lo stato degli animali allevati dall’uomo ha di certo bisogno di estrema cura da parte dell’allevatore. Ma evitare irregolari e assicurare il benessere degli animali richiede anche scienza e tecnica all’avanguardia. Gli ultimi interventi dei Nas lo dimostrano. Bioecology è la risposta.

Lo stato degli animali allevati dall’uomo è stato il focus degli ultimi interventi portati avanti dai Nas in Lombardia e in Abruzzo. La ragione giace nella scarsa cura da parte dell’allevatore? Senz’altro questo è un elemento importante ma non è l’unico. Vediamo il perchè. Leggi tutto “Lo stato degli animali allevati dall’uomo tra cura e scienza”

Disinfestazione in Pianura Padana: perchè non possiamo più rischiare

La disinfestazione è un mondo complesso che richiede continua formazione, strategia e prevenzione. Questi motivi non sono tuttavia gli unici per scegliere Bioecology. Studi recenti sui ghiacciai alpini ne spiegano le ragioni.

La disinfestazione è un mondo complesso e variegato, composto di tantissimi professionisti e studiosi impegnati nella protezione e cura del territorio. E dei prodotti che ha da offrire. Recenti studi sui ghiacciai alpini dimostrano che nessun altro approccio è accettabile se non quello che Bioecology condivide con molti altri professionisti. Vediamo quale. Leggi tutto “Disinfestazione in Pianura Padana: perchè non possiamo più rischiare”

Monitoraggio infestanti haccp per un settore alimentare sicuro

Con monitoraggio infestanti haccp intendiamo tutte quelle pratiche messe in atto per la sicurezza alimentare in ogni fase della filiera alimentare. Ma perchè queste pratiche sono previste dalla legge? Quali ostacoli e pericoli si celano dietro la mancata ottemperanza di questi obblighi?

Il monitoraggio infestanti haccp non si può riassumere in un’unica pratica se non la sicurezza alimentare. Ogni sezione della filiera alimentare possiede insidie e ostacoli propri della produzione e lavorazione alimentare. Ma quali sono questi pericoli? Come fare a risolverli o prevenirli? Leggi tutto “Monitoraggio infestanti haccp per un settore alimentare sicuro”

Insetti infestanti delle derrate alimentari e sicurezza alimentare

Gli insetti infestanti delle derrate alimentari sono temibili avversari di imprese, personale e consumatori. La giusta strategia contro di loro richiede il giusto esperto.

Gli insetti infestanti delle derrate alimentari sono insidiosi, piccoli rischi, pronti a infiltrarsi attraverso qualsiasi punto debole. E sempre pronti a trasformarsi in un colossale problema. Il giusto esperto è l’unico in grado di monitorare la catena di approvvigionamento e la struttura di qualsiasi filiera alimentare. Vediamo perchè. Leggi tutto “Insetti infestanti delle derrate alimentari e sicurezza alimentare”

Allontanamento piccioni: nuovi protocolli per un problema di sempre

Allontanamento piccioni: di fronte ad un problema che non conosce diminuzione, compare una nuova valutazione infestanti volatili. Attraverso l’ottava versione del BRC, aree urbane e produttive si muovono verso la salvaguardia di salute e igiene.

L’allontanamento piccioni è la declinazione più importante sui piani di protezione ed allontanamento dei volatili. Nei primi 5 mesi del 2019, le chiamate per questi infestanti da parte di aziende e privati sono aumentate del 57% rispetto allo stesso periodo del 2018. Le novità per il settore alimentare sono, con il nuovo BRC, tante e interessanti. Un esperto della disinfestazione può dare la giusta consulenza e aiuto. E risolvere una volta per tutte il problema dell’allontanamento piccioni. Leggi tutto “Allontanamento piccioni: nuovi protocolli per un problema di sempre”

BRC e IFS: il controllo infestanti nell’industria alimentare

BRC e IFS: i nuovi standard di controllo infestanti segnano un nuovo passo nella sicurezza alimentare.  Ecco perché ogni azienda che si occupi di uno o più processi legati all’industria alimentare non può più fare a meno del giusto esperto.

BRC e IFS. Queste sigle fondamentali per il controllo infestanti sintetizzano un nuovo mondo. L’industria alimentare ne è attraversata interamente. La ragione principale è che la sicurezza alimentare non è cosa da prendere alla leggera. Salvaguardare la salute e il benessere di tutti è possibile rispettando rigidi controlli e standard. Parole come monitoraggio infestanti HACCP sono già parte del comune sentire. Possiamo dire altrettanti di BRC e IFS? Leggi tutto “BRC e IFS: il controllo infestanti nell’industria alimentare”

Sicurezza alimentare: l’annoso caso del clorpirifos

La sicurezza alimentare è un elemento imprescindibile che occupa le menti del consiglio europeo. Per questa ragione, il caso del clorpirifos si presenta con cruda pericolosità. Vediamo il perchè.

La sicurezza alimentare è un importante elemento discusso e monitorato dalle agenzie di governo europee. Il giusto esperto impegnato nelle attività di disinfestazione deve per questa ragione utilizzare i giusti strumenti al fine di preservare questa sicurezza. Questa necessità pone nuove sfide di fronte alla commissione europea, incaricata di decidere la reintroduzione o meno del pesticida clopirifos. Ma qual è l’origine di tanta preoccupazione? Leggi tutto “Sicurezza alimentare: l’annoso caso del clorpirifos”

Scheda monitoraggio infestanti HACCP: una filiera alimentare sicura

La scheda monitoraggio infestanti HACCP è un documento che non ammette errori né sviste. Affidati a Bioecologysrl per la sicurezza della tua filiera alimentare e dei prodotti col tuo marchio.

La scheda monitoraggio infestanti Haccp è solo una delle diverse linee-guida presenti nei protocolli Haccp. Al suo interno, due schede risultano interessanti. E, a volte, non immediate alla comprensione. Immediata, però, è la necessità della presenza di un tecnico esperto in ogni filiera alimentare. Produzione, trattamento, confezionamento: l’industria alimentare ha bisogno della sua controparte nella figura del disinfestatore.

Vediamo allora le difficoltà inerenti la scheda monitoraggio infestanti Haccp. E perchè è bene affidarsi a Bioecologysrl per il risultato migliore Leggi tutto “Scheda monitoraggio infestanti HACCP: una filiera alimentare sicura”